Vite in corsa

Crowdfunding, tra poco le piattaforme supereranno i progetti…

Solo per il non profit viaggiamo verso le cinquanta piattaforme di crowdfunding. Ecco le ultime arrivate, ancora in fase di test.

Schoolraising è una bella idea riservata alle scuole, per finanziare progetti strutturali, culturali e tecnologici. Donordonee è invece un “gioco della donazione”, nel quale non solo si finanzia un progetto non profit, ma si vota anche il donatore preferito, che riceve un premio per realizzare un sogno personale. Diciamo che c’è in palio la possibilità di una ricompensa in denaro per chi dona: un meccanismo un po’ singolare, forse spia dell’ansia che porta a  fare di tutto per differenziarsi. Ancora più originale il meccanismo di Wygwyg: si dona “attenzione” ai messaggi pubblicitari di imprese sponsor, che in cambio donano denaro al progetto non profit collegato. Per qualcuno sarà discutibile, di certo è innovativo.

Per il resto, l’ultima ricerca istituzionale disponibile è curata da Ivana Pais dell’ Università Cattolica e Daniela Castrataro di Twintangibles. A ottobre 2013 risultavano 41 piattaforme, il doppio di sei mesi prima e il quadruplo di due anni prima.  Una crescita impetuosa, a fonte di un utilizzo ancora limitato, improprio o deludente.

La sparizione di una piattaforma non la pubblicizza nessuno…c i rivediamo tra un anno, chi sarà sopravvissuto?