Vite in corsa

Piazzatorre, la mia prima compagnia: un ricordo di adolescente

Recentemente ho ritrovato su facebook un antico amico, Sergio, conosciuto a Piazzatorre, in val Brembana, durante le vacanze. I miei avevano la seconda casa e io a quindici anni ci andavo per forza; c’erano dei loro amici milanesi, con i figli miei coetanei che andavano a sciare d’inverno e scorrazzavano per il paese in motorino d’estate: li detestavo e detestavo Piazzatorre! Poi a un certo punto ho conosciuto, non ricordo proprio come, la compagnia di Sergio, ragazzi del posto, “valligiani” ma molto più informati e istruiti degli sciatori/centauri milanesi che conoscevo. E’ cambiato tutto: dopo decenni ricordo ancora le serate a casa di Sergio, vicino alla chiesa mi sembra, con la chitarra e discorsi seri, di politica, ma anche tante risate. Oppure la camminata al monte Cavallo, sarà giusto il nome? in mezzo a una natura che nemmeno sospettavo. Mi presi pure una cottarella per Sergio e improvvisamente volevo sempre andare in montagna… mia mamma se ne accorse e fu presa dal terrore di una storia tra la liceale milanese di buona famiglia e il montanaro iscritto “solo” all’istituto d’arte e non al liceo artistico! Di lì a poco vendette la casa, non scherzo. Però la bellezza di quei momenti, l’attaccamento di quei ragazzi alle loro montagne, mi sono rimasti nel cuore.