Vite in corsa

Scontrini del bancomat, non riciclabili e inquinanti

Come tutti o quasi, anch’io buttavo nella carta gli scontrini del bancomat e quelli fiscali. Ho scoperto che invece non sono rifiuti riciclabili perché fatti con carta “termica”, una carta trattata chimicamente con il bisfenolo, un reagente che tra l’altro è sospettato di tossicità. La stessa cosa vale per gli scontrini delle bilance dove pesiamo la frutta al supermercato e anche per  la maggioranza dei biglietti del bus e dei trasporti pubblici. Andiamo bene! Ve lo immaginate quante centinaia di migliaia di scontrini e biglietti buttiamo via ogni giorno nel posto sbagliato? Sarebbe interessante provare a calcolarlo.

Mischiati alla carta riciclabile, questi rifiuti creano problemi al processo di riciclo e possono contaminare la carta comune. Ma perché questa carta termica? Una volta, io (purtroppo) lo ricordo, i pochi onesti che davano lo scontrino lo davano di carta comune. Pare che abbiano introdotto questa carte speciale perché, dopo l’introduzione dei vari obblighi fiscali, bisognava conservare gli scontrini per anni, e quelli normali si deterioravano in fretta. Ricercatori, per favore, studiate una carta che duri ma sia riciclabile!scontrino